News

 

Occhio a ciò che mangi!

L’importanza di una sana alimentazione

Parliamone con il biologo nutrizionista

Dott. Michele Cipiciani

il giorno 6 novembre 2019 alle ore 18:00

presso l’Auditorium della scuola Patrono

Locandina 6.11.2019

Maestre in libreria

Alla libreria

Mondadori Point di Santa Maria degli Angeli fervono i preparativi per gli ultimi eventi pianificati in collaborazione con le scuole del territorio in occasione della chiusura del progetto #IOLEGGOPERCHE’. Anche le insegnanti della scuola primaria F.A.Frondini di Tordandrea hanno voluto prendere parte all’iniziativa organizzando letture ad alta voce ed attività per tutto il fine settimana. Le “maestre della Torre”, munite di gadget e cappellini rossi, per l’occasione vestiranno i panni delle “messaggere”, distribuendo consigli a tutti coloro desiderino fare un piccolo dono alla biblioteca scolastica “La Torre narrante”. 
Di seguito il volantino con tutti i dettagli dell’iniziativa.
Non dimenticate, un bambino che legge sarà un adulto che pensa! Vi aspettiamo in libreria, non mancate!!!
 

Auguri Milvia!!!

Alla notizia della tua pensione,

cara Milvia, rimasti siam di sasso;

per tutti quanti sei un’istituzione,

e ci è sembrato un vero colpo basso.

 

Tutti i colleghi che hai avuto accanto

son debitori di un insegnametnto;

dei tuoi “valori aggiunti” avran rimpianto

della tua competenza e del talento;

 

rapporti umani a dir poco eccellenti,

barzellette, satira, scherzi, umorismo;

da scaturire tanti complimenti

per la tua genialità e ottimismo.

 

Per tant’anni hai sempre lavorato

offrendo il tuo importante contributo;

ora che il tuo supporto ci è negato,

a chi potremo chiedere un aiuto?

 

Verrà meno la tua supervisione,

mancheranno il consiglio e l’esperienza;

si dirà: “Se non fosse già in pensione!”

Ma la vita è così, ci vuol pazienza!

 

Bando ai rimpianti! Adesso, finalmente,

puoi dedicarti con soddisfazione,

padrona del tuo tempo, e indipendente,

alla famiglia ed alle tue passioni.

 

AUGURI!!!

 

e…lascia una porta sempre aperta agli amici.

 

 

LA FESTA DEI NONNI ALLA FRONDINI

LA FESTA DEI NONNI ALLA FRONDINI, una nuova occasione per stare insieme

La mattina del 2 ottobre la Scuola Primaria “F.A. Frondini” di Tordandrea di Assisi, ha celebrato, come di consueto da molti anni, la Festa dei Nonni, con un evento insolito per questa giornata: un picnic all’aperto, tutti insieme: personale scolastico, alunni e nonni, secondo i dettami richiesti per l’occasione.

L’accogliente e spazioso giardino alle spalle dell’edificio scolastico si è coperto di una distesa di variopinti plaid e le tovaglie di casa sono state imbandite con incredibili leccornie, tutte rigorosamente “home-made” direbbero i critici gastronomici. Quando si tratta di cibo e di convivialità, noi italiani siamo imbattibili, ma se a questo aggiungiamo che si parla di nonni e nonne, per di più di paese, be’, che dire, non c’è storia! Il risultato non può che essere strepitoso.

Cestini di vimini super accessoriati, degni di un picnic con Sua Maestà la Regina, vassoi e tortiere di ogni sorta, bimbi presi a offrire o a riempirsi la bocca, questo è quanto è accaduto, ma non è il colpo d’occhio a prevalere. È la sostanza a vincere su tutto, non la forma. È la cura nella scelta di ogni singolo ingrediente a raccontare di un amore grande, incondizionato; sono quella cura e invito che solo un nonno, una nonna sanno far arrivare dritto al cuore e dire: caro nipote ti amo e ti nutro con l’olio che raccolgo, ti addolcisco la vita con il miele delle mie api e la marmellata dei fichi dell’albero in giardino, la insaporisco con capocollo e salsicce da leccarsi le dita, altro che quelle patatine della pubblicità!

Grazie nonni, ponte tra passato e futuro, voi siete un presente che nutre, che lavora, che ama, che corre, sì perché nei giorni nostri i nonni corrono non camminano, sempre al fianco di ogni singolo bambino. Siete specchio che riflette il passato, ma anche modello per il presente: un modello per i bambini, un modello per noi mamme, papà, insegnanti, talvolta stanchi e disorientati.

Grazie nonni, ci siete sempre, anche quando vi facciamo sdraiare a terra per mangiare, anche quando, con la pancia sazia, vi portiamo a fare una passeggiata e vi facciamo tornare di corsa a scuola per via dei goccioloni che minacciano un acquazzone. Non ci dite mai no. GRAZIE DI CUORE.

 

FESTA DEI NONNI 2019

Alla scuola primaria Frondini di Tordandrea, mercoledì 2 ottobre a partire dalle ore 10:30, anche quest’anno torna l’attesissima “Festa dei nonni”. Opportunità irrinunciabile per riscoprire usi, costumi e tradizioni tipici della tradizione popolare locale, la Festa dei nonni rappresenta da sempre un’occasione per trascorrere del tempo “in famiglia”, lasciandosi coccolare dal racconto dei bei tempi trascorsi, rievocando abitudini insolite e desuete, riscoprendo sapori ormai dimenticati. Quest’anno il programma dell’evento prevede un gioioso Pic-nic in giardino, con tanto di coperte colorate e cestini stracolmi di spremute, crostate, dolcetti e leccornie fatte in casa dagli ospiti d’onore, i nonni. A seguire una bucolica passeggiata nella meravigliosa campagna che circonda la scuola, raccogliendo fiori e canticchiando allegri stornelli. 

Nonni, cosa aspettate? Sfornate i biscotti,afferrate i cestini e raggiungeteci a scuola, ci aspetta una mattinata di puro divertimento…Non mancate!

 

LA SCUOLA PRIMARIA FRONDINI DI TORDANDREA SI RINNOVA

Dopo lunghe settimane di lavoro durante la pausa estiva, lunedì 16 settembre 2019, la scuola primaria F.A.Frondini ha finalmente inaugurato i nuovi spazi mensa e tempo libero.Il restailing della scuola è stato realizzato dai docenti in stretta collaborazione con le famiglie degli alunni, sotto la guida esperta dell’ artista locale Elena Fastellini. Affreschi colorati che ripropongono scene di vita rurale e tradizioni locali, lavagne magnetiche, librerie per il bookcrossing…questo e molto altro ha contribuito a rendere la struttura sempre più bella ed accogliente, “a misura”di bambino e funzionale alla didattica innovativa grazie all’ istallazione di moderne attrezzature acquistate con la collaborazione dell’ amministrazione comunale e di alcune aziende locali che hanno espresso il desiderio di appoggiare il progetto: l’ azienda Nucciarelli, l’ impresa costruttrice di abitazioni in legno ABITARE+ e la ditta Ciambella.

 

Se Formare…

Se formare fa rima con amare

Emozioni, bisogni, valori, rispetto per gli altri, empatia, diversità, impegno sono solo alcune delle parole- chiave che hanno fatto da vettore nel percorso di formazione  esperienziale “Educarsi ed educare. Competenze socio-emotive in educazione motoria e sport”del Lions Quest. Il corso ha visto la partecipazione di 28 docenti dell’IC Assisi 2 nella formula di 14 ore di full immersion nei giorni 13/14/09/2019. Quale miglior modo per dare inizio al nuovo anno scolastico se non sposando il modello formativo del Lions Quest che include abilità di “Intelligenza emotiva” (Daniel Goleman). La fase introduttiva e  quella conclusiva hanno visto l’intervento del Dirigente Scolastico  Grassi  Chiara, del presidente Lions Quest sezione di Assisi, prof.ssa Siena Debora e del Governatore del Distretto Lions 108L, dott. Paggi Massimo. Il corso è stato condotto dal formatore Pratissoli Giacomo, senior trainer dei programmi Lions Quest e ideatore del “linguaggio Koala”, percorso di intelligenza emotiva (autoconoscenza, cuore, consapevolezza) che si realizza attraverso danze creative e meditazioni. Il leit-motiv è stato “mettere la mente nel cuore” che per un docente non significa mancanza di regole e disciplina, ma capacità di abbattere barriere e di costruire strade per condurre i giovani sull’unica via possibile: quella della ricerca delle emozioni, della crescita di rapporti socio-affettivi significativi e dello sviluppo del pensiero critico e auto-critico. E’ stato un intenso percorso di scoperta o riscoperta di se stessi e dell’altro e della capacità di mettersi in gioco in un clima di divertimento e di meditazione , di rispetto e di cooperazione alla ricerca della possibilità di divenire facilitatori di rapporti umani; ha prodotto sinergia tra i docenti liberando momenti di forte emozione che hanno arricchito ciascun partecipante. Allora, a tutti coloro che hanno aderito alla formazione con la consapevolezza di voler percorrere una strada sicuramente non facile, l’unico augurio possibile è “Buon viaggio”, come  più volte in queste 14 ore è stato ripetuto dal “maestro” Giacomo.♥ a cura di C. D’Errico 

Un saluto, un augurio.

L’accoglienza al Giovanni XXIII

Eccoci ritornati dalle vacanze pronti a partire e a ricominciare. Nuovi volti si sono affacciati alla porta dell’IC Assisi 2, sono quelli di docenti e bambini che per la prima volta hanno varcato i cancelli con l’emozione e l’entusiasmo di chi non ci conosce. Il nostro pensiero e il nostro cuore hanno salutato chi si è congedato e partito per nuove esperienze (gli ex alunni e le ex colleghe), ma il desiderio è stato quello di accogliere chi ci ha dato fiducia, chi crede che vale la pena entrare nel grande equipaggio della nostra “nave”per la realizzazione personale che ci esorta a dare sempre il meglio di noi stessi e a seguire la nostra vera natura. E’ con questo spirito che gli alunni delle quinte hanno voluto accogliere i nuovi compagni di prima classe alla presenza delle maestre, emozionate quanto loro, dei genitori, del Dirigente Scolastico Chiara Grassi, del Sindaco Stefania Proietti in qualità di mamma, dell’assessore alle Politiche Scolastiche Simone Pettirossi. Guidati dalla musica suonata dalla maestra Rita Gasparrini hanno allietato e stemperato l’emozione che aleggiava nell’atrio della scuola, cantando in coro, sulle note di una famosa canzone degli anni 60, strofe scritte dalla maestra Carraro; un piccolo abbraccio, un tenero bacino, una carezza sono stati regalati dagli alunni delle quinte, insieme ad una coccarda realizzata dalle maestre di prima classe , ai piccoli allievi in trepidante attesa. L’impegno dei più grandi sarà quello di fornire esempi  e supporto, di mostrare loro quanto è bello crescere insieme anche nelle difficoltà che incontreranno. Allora che sia un anno ricco di emozioni positive, di amicizie indelebili, di ricordi da…ricordare –a cura di – C. D’Errico